Orologi Tag Heuer replica nel più grande vendita

Il coinvolgimento di TAG Heuer replica nel mondo delle corse, e soprattutto della corsa di Formula Uno, è qualcosa che risale al momento in cui la società era ancora nominata Heuer. Uno degli orologi che aveva una connessione così forte era l'Autavia Reference 1163T Chronomatic.
Tag-Heuer-replica-
È uno dei cronografi Heuer che ha un soprannome, in questo caso "Jo Siffert", chiamato dal pilota svizzero di Formula 1 che ha indossato uno di questi orologi replica. Questo particolare Autavia è stato anche il primo riferimento del modello che ha caratterizzato un movimento automatico ed è stato lanciato nel marzo 1969.
Tag-Heuer-replica-1
Questa versione particolare è uno dei modelli successivi, risalente al 1971, ed è evidente perché il contatore ora del cronografo caratterizza tutti i numeri anziché l'indicazione numerica 3-6-9-12 dei tasti precedenti. Anche per un momento in cui (orologio) il design a volte ha viaggiato negli estremi, questo Autavia è molto espressivo e leggibile. Il quadrante bianco, che si è trasformato in un bel colore crema su questo replica orologio, ei subdials neri offrono un bel contrasto mentre la mano secondaria del cronografo blu è stata un colpo di genio e ha aggiunto un certo colore. Notevole è anche la lunetta, che presenta una scala tachimetrica con numeri piuttosto grandi.
Tag-Heuer-replica-2
Lo stesso si può dire della corona sul lato sinistro e dei cronografi sul lato destro, tipico del calibro di 12 movimenti che si trovavano all'interno di questo Autavia. È il predecessore del Calibro 11, che Heuer ha sviluppato insieme a Breitling e che è stato uno dei primi movimenti automatici del cronografo del mondo. Il Calibro 12 comprendeva numerosi miglioramenti, il più evidente come l'aumento del movimento, che è stato aggiornato da 19.800 vibrazioni all'ora nel Calibro da 11 a 21.600 vibrazioni all'ora nel Calibro 12 che si trova in questo Autavia.

Anche dopo quasi mezzo secolo, l'Autavia "Jo Siffert" è ancora un cronografo molto sportivo e attraente. È anche un omaggio ad un pilota di talenti di razza che, purtroppo, ha perso la sua vita in un incidente a Brand's Hatch, nello stesso anno in cui è stato fatto questo particolare Autavia.

Lascia un commento